Crea sito

Sulle panchine bagnate

Sulle panchine bagnate di rugiada
siamo rimasti muti ad aspettarci.
È non c’è alba che non speri
di vederci ritrovati lì un giorno.
Sulle panchine ormai incolore
è rimasto l’ultimo stralcio della
mia anima.
Tra un ricordo sbiadito e perduto
e un battito d’ali mai nato.
Sulle panchine mute ci ho lasciato
ogni speranza
nell’attesa che tu e io,
diventassimo noi .
Sulle panchine ormai fredde
l’ora è rimasta immutata e,
nell’aria, riecheggiano ancora
le nostre promesse.
Sulle panchine ormai vuote
c’è ancora profumo di speranza.

©Monica Cannatella 

Be Sociable, Share!

Comments are closed.