Crea sito

Archive for luglio, 2015

Perdonati! Per le volte che non sei stata abbastanza donna, madre, figlia, amica. Per quelle in cui ti è mancato il coraggio di dire basta. Perdonati per ogni volta che hai abbassato lo sguardo sentendoti qualcosa che non eri. Perdonati per i voli lasciati a metà, per le canzoni scritte e cantate mai, per le poesie che non riesci a finire. Perdonati per le volte che hai danzato mentre nessuno ti guardava perché pensavi di essere ridicola. Per le volte che hai pianto di nascosto e per quelle in cui hai finto di star bene.Perdonati per ogni cosa. E prova per una volta, a dispetto di tutti, ad essere felice!©Monica Cannatella

1513211_898691443525075_8738218306057641647_n

E capii che dietro il più bel sorriso che avessi mai visto,c’era una donna a cui qualcuno aveva tolto molte volte la voglia di mostrarlo.©Monica Cannatella

11061169_858225767565464_3653906723135731721_n

E c’è che non potrei mai dimenticarti,perché tu non hai mai dimenticato me. Tutti passeggeri distratti in questa mia vita troppo folle e frenetica. Nessuno aveva mai il tempo di fermarsi e di capirmi,nemmeno tu! Ma tu l’hai trovato comunque quel tempo e,sei rimasto. Nei giorni belli e in quelli brutti,ed hai preso di me ogni cosa.Le lacrime,i sorrisi,la pazzia,la semplicità,le sfuriate inutili e isteriche delle mie giornate no. Non ti ha mai sfiorato l’idea di scappare a gambe levate come tutti gli altri.Testone quanto e forse più di me.Sei la mia isola,quella dove approdo quando tutto mi sembra troppo. Sei il mio appiglio,il mio punto di riferimento.Gentile quando serve e stronzo quando mi serve una scossa per rinsavire. E c’è che non potrei mai fare a meno di te,di quello che sei,e di quello che silenziosamente mi dai.©Monica Cannatella

11138642_859225724132135_5763107123076090164_n

Quando rimango in silenzio dovresti avere il coraggio di chiedermi “perché”? Non è da me rimanere in silenzio,non ne sono capace quasi mai…quasi mai. Perché succede che qualche volta non dico nulla,e quando non dico nulla penso ad una casino di cose.Dovresti preoccuparti quando me ne sto zitta a fissare il vuoto,quando mi parli e dico che non ti ho sentito anche se ti stavo ascoltando. Dovresti…ma non lo fai mai,non chiedi mai tu. Io invece a te lo chiederei.Dove ti sei perso,a cosa stai pensando,a chi? Ci sono un infinità di cose dentro il silenzio e,spesso,anche qualcuno da amare.©Monica Cannatella

11667437_866180176752083_3773638152306987405_n

E ti ci dannerai. Perché per quanto tu abbia fatto il possibile,fallirai miseramente. E ti ci dannerai perché le sconfitte bruciano,hanno un sapore amaro…il sapore dell’aver fallito. E poco importa se hai dato tutta te stessa,se hai sacrificato tutto. Alla fine tu avrai perso consumandoti e, ti dannerei…perché a vincere sarà sempre chi non ha fatto e dato nulla. E ti ci dannerai…©Monica Cannatella

11225720_866571650046269_6738137277915898084_n

Lascio in giro pezzi di me. Cosi,tanto per avere un’ ottima scusa per tornare. Perché magari chi se ne è andato il coraggio non lo trova.Io si! Io lo trovo quel fottutissimo coraggio…entro e dico:”Scusa,ho lasciato qui un pezzo del mio cuore,posso riprendermelo o vuoi tenerlo ancora un po”‘? E poi tocca a te però.perché se lasci che io lo porti via non c’è verso che io torni,non ho più nulla da raccogliere.Ma se dovessi decidere di tenerlo ancora,ecco! Io te lo lascio li per tutto il tempo che vorrai.Cosi avrò sempre un motivo per tornare.©Monica Cannatella

10404449_867212643315503_1175420684346290016_n

Ed il tempo, infine, le dimostrò quante volte aveva donato se stessa nel nome di nessuno.Quante volte si era annullata inutilmente per far spazio a cuori assenti e sentimenti affranti.Quante volte aveva dato per scontato che presenza non vuol dire amore e,che a volte l’assenza, non significa necessariamente distanza.©Monica Cannatella

d11576b7bee9fc1feb00932efbf832d4

Non ti ami abbastanza,forse perché nessuno ti ha mai detto quanto amore sei.©Monica Cannatella

images

Sono di carta.Qualcuno mi ha presa a calci e gettata in un angolo,ma troverò chi mi raccoglierà.Sono di carta e sta piovendo,mi consumerò se nessuno prenderà quel che resta di me.Sono di carta e, mi hanno usata!Poi,come tutte le cose che si “usano”,hanno deciso che non servivo più e mi hanno gettata via. Ma sono di carta e…non provo dolore. Sono di carta,e aspetto che arrivi un vento buono che mi faccia cominciare a volare.©Monica Cannatella

10659293_750030021700433_2297281161848075022_n

Certe cose non le dimentichi…e se hai la fortuna di riuscirci,poi,sono loro che vengono a cercare te.Monica Cannatella©

f3cb476126283d473f2ca6958f0e0afb

Sono fatta di parole urlate al vento e pensieri espressi mai.Monica Cannatella©

55622317f913a358b96d4f55868c5938

Beh’,potrei dirti che ho paura,tanta di quella paura da fare invidia all’uomo nero ed ai mostri che ho sempre creduto di avere sotto il letto. Che non è vero che ho sempre la soluzione per tutto,che a volte, mi manca anche la forza per riempire i miei polmoni d’aria,e cosi il fiato mi manca. Che non ho quasi mai un motivo per sentirmi infelice o, forse si,ne ho tanti! Ma io odio sentirmi infelice…alla fine ho tante di quelle cose per cui essere grata,ma non riesco ad apprezzarne nemmeno una. Che sono fatta di carta,e quando soffia forte il vento,io rimango in balia delle mie tempeste. Che non ho ancora capito quel è il mio posto nel mondo.E forse,non lo capirò mai! Che sono stata,sono,e sarò tante cose…ma mai nessuna di quello che volevo veramente essere.Monica Cannatella©

images (1)