Ciao Principessa… Volevo scusarmi, non mi sono comportata bene con te. Volevo che sapessi che ti amo. Magari a volte non sembra, ma giuro che è cosi! E mi dispiace che tu, spesso, ti convinca del contrario. Non volevo darti contro, ma ci sono eventi che non posso cambiare nemmeno io. Avrei voluto farti crescere tra roseti senza spine e fili d’erba soffice, ma ci si è messo di mezzo anche il destino. Avevo promesso a me stessa di prendermi cura di te e di proteggerti sempre, invece, hai fatto tutto da sola. Forse, avrei dovuto stringerti in un abbraccio caldo, farti sentire che eri importante, che la tua presenza qui nel mondo, era necessaria. Ho sentito le tue preghiere quella sera, quando impaurita e spersa, speravi che quelle carezze, si fermassero lì , non andassero oltre. Ed avrei voluto non farti sentire cosi infelicemente sola, avrei voluto cancellare quei battiti folli e impazziti di paura. Avrei voluto…ma sono rimasta ferma, per attimi interminabili. Volevo chiederti scusa… Per ogni volta che ho infierito Per ogni sogno infranto Per quello che ti ho tolto Per ciò che non ti ho dato Per il tempo che ho rubato Per ogni amore perduto Per la mia indifferenza Per la mia arroganza Per averti tolto la speranza Per non averti salvata. Non posso rimediare, ma forse, possiamo ricominciare. Io e te insieme, come due vecchie amiche. Consapevoli entrambe, che l’importante sarà esserci. Togli l’armatura principessa, ho smesso di farti la guerra. Con affetto, la signora vita.©Monica Cannatella

Be Sociable, Share!